1943

Chicken Little, personaggio dei cartoni animati e dei fumetti Disney, fece il suo esordio nel mondo dell'animazione il 17 dicembre del 1943, quando venne distribuito nelle sale statunitensi l'omonimo cortometraggio diretto da Clyde Geronimi. Chicken Little Ŕ ispirato al protagonista di una fiaba di origine ignota (che secondo alcuni risalirebbe all'Inghilterra del XVIII secolo) ma molto in voga nel mondo anglosassone con diversi titoli: Chicken Little, Chicken Licken, Henny Penny o Il cielo sta crollando (in inglese The sky is falling). Il protagonista della fiaba, un ingenuo pulcino colpito da una ghianda, crede che il cielo stia cadendo sulla terra e allerta gli altri animali del pericolo incombente, creando per˛ un falso allarmismo allo stesso modo di quanto accade nella fiaba Al lupo, al lupo! (in inglese Cry wolf). Di questa situazione approfitta la volpe Foxy Loxy, che riesce a divorare Chicken Little e i suoi amici.

Nel cartone animato del 1943, Chicken Little Ŕ rappresentato come un pulcino molto abile con lo yo-yo (da cui il suo primo nome italiano, Lol˛ Yo-Yo), vestito con una giacca rossa, un farfallino azzurro, e una paglietta bianca in testa. Chicken Little crede che il cielo stia per cadere e si precipita nel pollaio per avvisare tutti i suoi amici. La volpe Foxey Loxey (n.b. non Ŕ un errore: il nome Ŕ stato modificato) spinge i polli e le galline nella sua tana dove li mangia tutti uno a uno. Tra le 'gallicane' vittime si ricordano in particolare il capo del pollaio Cocky Locky e l'anziana Henny Penny.

Il cartone del 1943, come altri prodotti coevi, aveva anche un fine propagandistico: Foxey Loxey affianca a un carattere prepotente uno spiccato accento tedesco, e il finale favorevole al cattivo pu˛ essere interpretato come un modo per enfatizzare il pericolo tedesco. Il progetto originale tra l'altro insisteva molto su questo aspetto: la scena finale doveva presentarsi con le tombe dei polli appena mangiati, svastiche scolpite sulle lapidi, e un Foxey Loxey satollo intento alla lettura del Mein Kampf di Hitler.

Come molti personaggi Disney, Chicken Little diventa poi un fumetto: a differenza di altre occasioni per˛, il personaggio non esordisce subito con la trasposizione fedele del film su carta, ma con una storiella ambientata nella foresta dei Tre Porcellini, in una sfida contro il famelico Ezechiele Lupo: 'Lupetto, Chicken Little e il regista' (la storia viene pubblicata su Walt Disney's Comics and Stories n.94 del luglio 1948 (in Italia su Topolino n.9, libretto del dicembre 1949, con il titolo Il lupo mannaro fa il regista).

La storia gira intorno all'ennesimo piano di Ezechiele per mangiare i Tre Porcellini, usando la buona fede del figlio Lupetto e fingendo di essere un abile regista in grado di aiutare i porcellini a realizzare la loro recita scolastica. Ezechiele, travestitosi grazie ai vestiti di uno spaventapasseri, si presenta alla scuola, dove oltre ai tre porcellini c'Ŕ pure Chicken Little che, sentiti i discorsi dei porcellini, decide di far vedere al regista la sua abilitÓ nel maneggiare lo y˛-y˛. Ezechiele, facendo credere a tutti di effettuare una prova di recitazione, cattura in un sacco i tre sventurati porcellini uno dopo l'altro. Chicken Little, nel far vedere a un impaziente Ezechiele la sua bravura, scaglia per sbaglio lo y˛-y˛ in un occhio al famelico lupo, consentendo cosý ai tre di fuggire.

Dopo quasi nove anni, e precisamente nel settembre del 1952 (in Italia il 25 febbraio del 1953, su Topolino n.61), viene finalmente realizzato, coi disegni di Jack Bradbury, l'adattamento a fumetti del cortometraggio originale, con il titolo di Chicken Little: la storia segue quasi fedelmente il cartone animato del 1943: Foxy Loxy (che qui riprende il suo nome originale) vuole divorare tutti i polli del pollaio vicino alla sua tana e per fare ci˛ prepara un annaffiatoio pieno d'acqua e un paio di stelline di legno. Innaffia d'acqua l'ingenuo Chicken Little e quindi gli lancia sulla testa una delle due stelle, suggerendogli poi all'orecchio, attraverso un buco nella staccionata, che il cielo sta per cadere sulle loro teste. Chicken Little allora si aggira per il pollaio riuscendo a convincere tutti che il cielo sta cadendo sulle loro teste; a quel punto bisogna trovare un luogo sicuro dove rifugiarsi, e Foxy Loxy, sempre attraverso il buco nella staccionata, suggerisce a Chicken Little di cercare una caverna sicura dove rifugiarsi. Caso vuole che il gruppo di polli si imbatta in Foxy Loxy, che si offre di indicargli una grotta sicura. Foxy, sfruttando la sua migliore velocitÓ, anticipa le sue prede nella grotta e giÓ pregusta il bel pranzetto che si appresta a fare quando l'altra delle due stelle da lui fabbricate provoca una frana che ostruisce l'ingresso della grotta, bloccandolo all'interno e salvando cosý l'allegra comunitÓ di pennuti.

2005

Le ultime apparizioni del personaggio nel mondo del fumetto, almeno per ora, sono con la copertina di Topolino n.2610 del 6 dicembre 2005, in occasione del lancio italiano del film Chicken Little - Amici per le penne, e con la rivista ufficiale del film, pubblicata sempre a dicembre dello stesso anno nella testata Classici a Fumetti n.27. In Chicken Little - Amici per le penne, del 2005, diretto dal regista Mark Dindal, il personaggio viene completamente rinnovato e adattato ai tempi moderni: dotato di un paio di occhiali e di pantaloncini, gli viene sostituita la giacca con una maglietta a righe verdi. La trama gira sempre intorno allo stesso argomento: a un piccolo polletto di nome Chicken Little, un giorno cade un pezzo di cielo, che in realtÓ Ŕ un frammento di un'astronave aliena mimetizzata nel cielo stesso. Insieme ai suoi amici, Chicken Little cerca di salvare il mondo dalla minaccia spaziale, questa volta fondata.